Tibet: una breve introduzione

  Nel 1950 la Repubblica Popolare Cinese invase il Tibet. L’invasione e l’occupazione del Tibet costituirono un inequivocabile atto di aggressione e violazione della legge internazionale. Il Dalai Lama, capo spirituale dei tibetani (avendo devoluto nel maggio 2011 il potere politico al nuovo Primo Ministro), tentò una pacifica convivenza con i cinesi, ma le mire colonialiste … Leggi ancora

kirti monastery

TIBET: FERITI 50 MONACI DEL MONASTERO DI KIRTI

Free Tibet Campaign ha ricevuto conferma del ferimento di 50 monaci del monastero di Kirti (contea di Ngaba, regione dell’Amdo), già teatro della violenta repressione cinese durante la rivolta spontanea della scorsa primavera. Fonti tibetane hanno riferito che il 24 settembre un religioso, che si era allontanato dal monastero con regolare autorizzazione, è stato brutalmente picchiato dalla polizia cinese mentre si accingeva a rientrare. 

zeng jinan

CINA: L’ATTIVISTA HU JIA RISCHIA LA VITA

Sono molto peggiorate le condizioni di salute di Hu Jia, attivista per i diritti umani detenuto dal dicembre 2007 e condannato lo scorso 3 aprile a tre anni e mezzo di carcere per aver criticato il governo cinese. L’Organizzazione non Governativa Human Rights Watch denuncia che in carcere Hu rischia la vita e chiede inoltre che cessi la stretta sorveglianza esercitata nei confronti di sua moglie Zeng Jinan, agli arresti domiciliari da mesi con la figlia neonata Qianci.

DISCORSO DI SUA SANTITÀ IL DALAI LAMA NEL 49° ANNIVERSARIO DELL’INSURREZIONE NAZIONALE TIBETANA

In occasione del 49° anniversario della pacifica insurrezione del popolo tibetano, avvenuta a Lhasa il 10 marzo 1959, offro le mie preghiere e rendo omaggio agli uomini e alle donne del Tibet che con coraggio hanno sopportato inenarrabili privazioni e sacrificato le loro vite per la causa del popolo tibetano. Esprimo la mia solidarietà a coloro che oggi subiscono la repressione e i maltrattamenti. Saluto i tibetani dentro e fuori il Tibet, i sostenitori della nostra causa e tutti coloro che  amano la giustizia.

DISCORSO DI S.S. IL DALAI LAMA IN OCCASIONE DEL 48° ANNIVERSARIO DELL’INSURREZIONE NAZIONALE TIBETANA

Nella ricorrenza del 48° anniversario della pacifica insurrezione del popolo tibetano a Lhasa, nel 1959, offro le mie preghiere e rendo omaggio a tutti quei compatrioti che hanno sofferto e sacrificato le loro vite per la causa del popolo del Tibet. Esprimo inoltre la mia solidarietà a coloro che in questo momento subiscono la repressione e il carcere.